Giusto Manetti Battiloro When the family gold represents the excellence of Made in Italy

0

by Anna Balzani – Editor in chief 
(Twitter: @AnnaBalzani)

The Manetti family has an antique story that begins in Florence in the ‘600, during the ruling of the Medici. The chronic recount that in 1602, a lightning has destroyed the golden ball from the dome of Santa Maria del Fiore and Matteo Manetti, one of the best goldsmiths of the time, was assigned to restore the dome; manettithis wasn’t an easy task, but he finished in only a month and on September 18, 1602, he was appointed the “Opera Goldsmith” by the Grand Duke of Tuscany. Ever since then, the tradition of producing the “golden foil” was never interrupted in Florence and the “golden foil” produced by Giusto Manetti Battiloro has the noblest of origins: craftsmanship, the “know-how” of the antic Florentine “battiloro” that still today, provide the golden foil to artists, gilders, architects and artisans in order to guilt and restore churches, palaces, cathedrals, monuments, furniture, frames… and not only. The technique is perfected in the ‘800 and the industrial production of the “golden foil” is started by Giusto Manetti Battiloro in 1820 when Luigi Manetti leaves the shop to his son Giusto: it will be him to create the brand that still holds his name and launch an entrepreneurial start of the family that intertwines with the history of Florence, a business that has grown over time in constant innovation and is recognized worldwide for its excellence. The “golden foil” of Giusto Manetti Battiloro embellishes every corner of the world: from the Kremlin to Louvre, from the Rockefeller Center in New York to the Opera in Paris, from the La Fenice in Venice to the Versaille Palace, from the gates of Buckingham Palace to the Church of the Holy Sepulcher in Jerusalem, and the Chapel of St. Basil in Texas. manetti1Our history is our identity, is experience. Our activity is done on an industrial scale with advanced technologies, from laser to nanotechnology, but it is also based on a craftsman trade. We don’t have 120 workers, we have 120 artisans, people who with the know-how of their hands turn a technology into a finished product” said Niccolò Manetti, head of Marketing and Communications. With the occasion of the World Exhibition in Florence, in 1861, Giusto Manetti Battiloro brand was awarded the medal of merit for the quality of its “gold foil” and, even today, Banca Intesa Sanpaolo invited Giusto Manetti Battiloro, almost two hundred years from its foundation, to participate in Expo Milano 2015 under the program “Here’s my business”, representing the excellence of the Made in Italy production. “We are very proud to be here because for us this is the fourth Italian world exhibition: the first was in 1861 in Florence, then in 1884 in Turin and, finally, in 1881 in Milan” continues Niccolò Manetti.

Taking advantage of this prestigious occasion, a source of justifiable pride for the company and for the members of the family Manetti, Giusto Manetti Battiloro introduced a new product with a global patent: alimentary gold available in three flavors, truffles, lime and vanilla. If before, alimentary gold was just a decorative element of most sophisticated haute cuisine, now it becomes, for the

Giusto Manetti Battiloro for Prometeo, Rockefeller Center, Manhattan, New York
Giusto Manetti Battiloro for Prometeo, Rockefeller Center, Manhattan, New York

first time ever, an ingredient itself. With the “golden foil” one can do anything they desire and Giusto Manetti Battiloro never lacks ideas: maintaining the charm of an ancient art that involves the fusion of gold, the laminating of it until it’s reduced to a thin strip, the “battitura” that is done by hand with hammers of different shapes and weights, the cut made with special knives and gentle insertion of individual foils in tissue paper booklets kept in valuable boxes that are sent all over the world, today the company is also involved in activities from hot printing for wine labels, and book covers to edible gold used to garnish rice dishes, cocktails and desserts. That’s how Giusto Manetti Battiloro represents the indissoluble combination between creativity, high technology, research and craftsmanship of the ancient “shop”, which makes the Made in Italy great and globally recognized.

manetti1211Giusto Manetti Battiloro S.p.A.
Via Tosca Fiesoli, 89 M
50013 Campi Bisenzio (FI) – Italy
​Tel. +39 055 4362614
Fax +39 055 352817
goldleaf@manetti.it
www.manetti.com

 

Italiano

Una storia antica quella della famiglia Manetti che inizia nella Firenze del ‘600, al tempo dei Medici. Le cronache raccontano che 1602 un fulmine distrusse la palla d’oro della cupola di Santa Maria del Fiore a Firenze e Matteo Manetti, uno dei migliori orefici del tempo, venne incaricato del restauro della cupola; non era certo un lavoro semplice, ma lo completò in un mese ed il 18 settembre del 1602 venne nominato “Orefice dell’Opera” dal Granduca di Toscana.manetti12 Da allora, a Firenze, la tradizione di produrre la “foglia d’oro” non si è mai interrotta e la “foglia d’oro” prodotta da Giusto Manetti Battiloro vanta la più nobile origine: la maestria artigiana, il “saper fare” degli antichi “battiloro” fiorentini che, allora come oggi, forniscono la foglia d’oro ad artisti, doratori, architetti e artigiani per impreziosire e restaurare chiese, palazzi nobiliari, cattedrali, monumenti, mobili e cornici… ma non solo. La tecnica si perfeziona all’inizio dell’800 e la produzione industriale della “foglia d’oro” Giusto Manetti Battiloro inizia nel 1820 quando Luigi Manetti lascia la bottega artigiana di battiloro al figlio Giusto: sarà lui a creare il marchio che ancora oggi porta il suo nome e dare l’avvio ad una storia familiare ed imprenditoriale che si intreccia con la storia di Firenze e che è cresciuta nel tempo all’insegna della continua innovazione, fino a divenire riconosciuta eccellenza mondiale.

Giusto Manetti Battiloro for the Iowa State Capitol
Giusto Manetti Battiloro for the Iowa State Capitol

La “foglia d’oro” Giusto Manetti Battiloro impreziosisce ogni angolo del mondo: dal Cremlino al Louvre, dal Rockefeller Center di New York a l’Opera di Parigi, da La Fenice di Venezia alla reggia di Versailles, dai cancelli di Buckingham Palace alla chiesa del Santo Sepolcro a Gerusalemme, alla Cappella di San Basilio in Texas. “La nostra storia è la nostra identità, è l’esperienza. La nostra è un’attività fatta a livello industriale con tecnologie anche molte avanzate, dal laser alle nanotecnologie, ma che si basa su un mestiere artigiano. Noi non abbiamo 120 operai, abbiamo 120 artigiani, persone che con il saper fare delle loro mani trasformano una tecnologia in un prodotto finito” afferma Niccolò Manetti, responsabile Marketing e Comunicazione. In occasione dell’Esposizione universale di Firenze, nel 1861, la Giusto Manetti Battiloro venne premiata con la medaglia al merito per la qualità delle proprie foglie d’oro e, ancora oggi, Banca Intesa Sanpaolo ha invitato Giusto Manetti Battiloro, a quasi duecento anni dalla sua fondazione, a partecipare a Expo Milano 2015 nell’ambito del programma “Ecco la mia impresa”, in quanto eccellenza della produzione Made in Italy.

Giusto Manetti Battiloro for the New York Life Insurance Building, located at 51 Madison Avenue, Manhattan, New York City
Giusto Manetti Battiloro for the New York Life Insurance Building,
located at 51 Madison Avenue, Manhattan, New York City

Siamo molto orgogliosi di essere qui perché per noi si tratta della quarta esposizione universale italiana: la prima fu nel 1861 a Firenze, poi nel 1884 a Torino e infine nel 1881 a Milano” prosegue Niccolò Manetti. In questa prestigiosa occasione, che è motivo di giusto orgoglio per l’azienda e per i membri della famiglia Manetti, Giusto Manetti Battiloro ha presentato un nuovo prodotto dotato di brevetto mondiale: l’oro alimentare declinato in tre gusti, ovvero tartufo, lime e vaniglia. Se prima l’oro alimentare era elemento decorativo delle più ricercate proposte di alta cucina, adesso diviene, per la prima volta al mondo, un ingrediente vero e proprio. Con la “foglia d’oro” si può fare di tutto e alla Giusto Manetti Battiloro le idee davvero non mancano: mantenendo intatto il fascino di un’arte antica che prevede la fusione dell’oro, la laminatura, attraverso la quale l’oro viene ridotto in un nastro sottilissimo, la “battitura” che viene eseguita a mano con martelli di forme e pesi diversi, il taglio con particolari coltelli e il delicato inserimento delle singole foglie in libretti di carta velina custoditi da preziose scatoline che verranno inviate in tutto il mondo, oggi l’azienda si occupa anche di stampa a caldo per le etichette del vino, per copertine di libri fino all’oro commestibile usato per guarnire risotti, cocktail e dolci.

Ècosìche Giusto Manetti Battiloro rappresenta quel connubio indissolubile tra creatività, alta tecnologia, ricerca e artigianalità propria dell’antica “bottega”, che rende grande e universalmente riconosciuto il Made in Italy.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.