“Cenci” o “Chiacchiere” di Carnevale

0

By Santina Brandini Ranfagni – Mamma, nonna e cuoca –

I cenci o chiacchiere sono dei dolci fritti cosparsi di zucchero a velo caratteristici del periodo di Carnevale. Sono diffusi in tutta Italia e sono noti con nomi diversi nelle varie Regioni: cenci o crogetti in Toscana, chiacchiere in Lombardia, sfrappe nelle Marche, frappe e sfrappole in Emilia, bugie in Piemonte, ecc..
È un dolce che ha origine nella Roma antica ed in seguito si è diffuso in tutto il mondo in diverse varianti.
Le chiacchiere possono essere anche napoletane e il loro nome deriva dalla regina Savoia che volle chiacchierare ma ad un certo punto, gli venne fame e chiamò il cuoco Raffaele Esposito per farsi fare un dolce che lui battezzò: chiacchiere.

chiacchiere-di-carnevale-con-zucchero-a-velo

Ingredienti:

• 300 g. farina
• 50 g. zucchero
• 50 g. burro
• 1 cucchiaio olio di oliva extra
vergine
• 2 uova
• 2 cucchiai vin santo
• 1 limone, scorza
• q.b. olio per friggere
• q.b. zucchero a velo
• 1 pizzico sale

Versate la farina a fontana sulla spianatoia e nel centro mettete lo zucchero, le uova, la scorza di un limone grattata, il burro fuso, l’olio, il Vin Santo e un pizzico di sale.
Amalgamate tutti gli ingredienti e impastate per una decina di minuti. Formate con l’impasto una palla e lasciatela riposare per circa mezz’ora. Con il mattarello stendete la pasta sulla spianatoia infarinata fino a ridurla ad uno spessore di circa 2 mm. Tagliate la sfoglia a strisce larghe due dita e poi ancora in diagonale ogni 4 dita in modo da avere delle specie di rombi. Friggetele in abbondante olio bollente, finché saranno ben dorate, poi mettetele su un foglio di carta da cucina assorbente per eliminare l’eccesso di grasso. Servitele spolverizzate di zucchero a velo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.