Chelsea Fringe Festival 2016

0

By Ludovica Ginanneschi – Garden Designer

In 2015 Florence have seen the first edition of the Festival. Undoubtedly smaller than the Londoner one, however hosting many original high quality projects and involving famous historical garden as well as individuals and associations eager to share with others their passion for Nature.

Chelsea Fringe: The Pothole Gardener

The Festival works on the open-access principle in that anyone can enter a project. Also this year the Florentine program is shaping up to be very exciting: from the alternative trail for a special visit to Boboli garden, to a completely unusual urban sitting room, to the collective design of a community vegetable garden. Tim Richardson, the English garden writer and historian who launched the idea in 2012, has recently been in Florence as founder and director of the Festival to promote 2016 edition to infecting us with his enthusiasm. After all, at the Fringe the mantra is: it’s all about the gardeners, not the gardens. Find out then what Florentine ones are capable of this year at www.chelseafringe.com!
For any information on 2016 Festival, you can write to chelseafringefirenze@gmail.com.
Firenze nel 2015 ha avuto la sua prima edizione, certamente più contenuta di quella londinese, ma con tanti progetti originalissimi e di valore che hanno visto il coinvolgimento dei grandi giardini storici così come dei privati cittadini e delle tante associazioni che hanno voluto condividere con gli altri la loro passione incondizionata per la Natura. Il festival opera con il principio dell’open-access, per il quale chiunque, individualmente o collettivamente, può proporre un progetto che vada a contribuire alla formazione del programma. Anche quest’anno il calendario fiorentino si presenta all’altezza delle aspettative: dagli itinerari alternativi per una visita speciale al giardino di Boboli ad un salotto urbano fuori dall’ordinario, fino all’orto sociale da costruire tutti insieme. Il fondatore e direttore del Festival Tim Richardson, giornalista ed esperto di giardini che ha lanciato l’idea nel 2012, è venuto recentemente a Firenze per promuovere l’edizione 2016, contagiando tutti con il suo entusiasmo. In fondo, come recita il mantra del Fringe, è tutta una questione di giardinieri, non di giardini. Per cui non vi resta che scoprire cosa combineranno quest’anno quelli fiorentini su www.chelseafringe.com!
Per qualunque informazione sul Festival 2016, scrivete a chelseafringefirenze@gmail.com.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.