I segni nel tempo Dibujos españoles de los Uffizi | Real Academia de Bellas Artes de San Fernando in Madrid

0

By Viviana del Bianco

Questo evento è il culmine di un lungo cammino e di un ambizioso progetto promosso dalla Fundación Mapfre e dal Gabinetto di Disegni e Stampe
degli Uffizi sotto la direzione scientifica del professore Benito Navarrete Prieto, e ha avuto come finalità lo studio della collezione dei disegni spagnoli della prestigiosa istituzione fiorentina. I risultati della ricerca sono confluiti in una pubblicazione che contiene 280 disegni e vari studi dove si approfondiscono con nuovi documenti le provenienze e si avvalora la singolarità della collezione.

expo_dibujos_espaoles05_kr

La mostra contempla, attraverso una selezione di 129 disegni, il percorso grafico di alcuni degli artisti spagnoli più importanti dal secolo XVI al XVIII, dagli eredi della maniera italiana, Alonso Berruguete e Luis de Vargas, sino ai più prolifici artisti emergenti del nostro Siglo de Oro: Jusepe Ribera, Alonso Cano, Antonio del Castillo, Vicente Carducho o Francisco Rizi, per finire con l’opera di Miguel Jacinto Meléndez nel quale si evidenziano le nuove tendenze estetiche francesi. La mostra si propone, inoltre, come un’occasione unica per conoscere un importante numero di disegni del tutto sconosciuti sino ad ora e di altri che non hanno mai trovato luogo nelle esposizioni pubbliche in Spagna.
Il Gabinetto Disegni e Stampe della Galleria degli Uffizi possiede di certo la collezione più numerosa ed importante di disegni spagnoli all’estero.  Per questo la mostra è anche il risultato di un encomiabile atto di generosità dei suoi responsabili, Marzia Faietti ed Eike Schmidt, che hanno posto in luce le ragioni storiche e la vicinanza culturale che hanno giustificato  il prestito di una quantità così corposa di disegni della collezione degli Uffizi alle istituzioni di Madrid copromotrici dell’evento.06. Mele-ª++ndez, Retrato de muchacha
This exhibition is the outcome of the Research Project, conducted by Benito Navarrete Prieto and supported by Mapfre Fundation and the Gabinetto di Disegni e Stampe degli Uffizi.
The purpose of this initiative has been the study of the Spanish drawings preserved in that florentine institution, and consequently its publication in a catalogue with nearly 280 drawings, along with several devoted to importance and provenance of that collection.
The selection of 129 drawings enable us to show the graphical production of the best Spanish artist from XVIth to XVIIIth centuries, since those who are inheriting of the Italian maniera like Alonso Berruguete, and Luis de Vargas.
Furthemore the most prolific draughtsmen of the Spanish Golden Age, namely José de Ribera, Alonso Cano, Antonio del Castillo, Vicente Carducho o Francisco Rizi. Nevertheless we get done with Miguel Jacinto Meléndez, but all of them display the new French art taste.
The exhibition in any case can give us an unique opportunity to find out some drawings absolutely unknown today, and ever exhibited in Spain. The Gabinetto Disegni e Stampe of the Uffizi Gallery in Florence has certainly the largest and most important collection of Spanish drawings abroad. For this reason the exhibition is also the result of a commendable act of generosity of its managers, Marzia Faietti and Eike Schmidt, who brought to light the historical reasons and cultural proximity which justified the loan of a so dense collection of drawings Uffizi to the institutions of Madrid that promoted the event.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.