Porretta Soul Festival Compie trent’anni il festival dove sono passati i più importanti esponenti della black music

0

Tutto iniziò nel 1988. Graziano Uliani, grande appassionato di musica soul aveva saputo della presenza di Solomon Burke in Italia. L’artista, infatti, era stato invitato alla trasmissione televisiva Doc condotta da Renzo Arbore e Uliani ebbe l’idea di farlo esibire dal vivo a Porretta Terme, (vicino al luogo dove lui stesso abitava), una località sull’Appennino tra Bologna e Pistoia. Ma Solomon sarebbe dovuto ripartire per gli Usa una settimana prima della data individuata per il concerto. Così Uliani chiese a Ernesto de Pascale, giornalista fiorentino che in quel periodo lavorava a Doc, di convincere l’artista a fermarsi in Italia i giorni necessari per potersi esibire a Porretta. La cosa andò in porto e da quel momento tutti i più importanti esponenti della black music sono passati per il Porretta Soul Festival.

Dal 20 al 23 luglio prossimo la manifestazione compirà trent’anni e li festeggerà una vera e propria carrellata generale delle città americane dove soul e rhyhtm & blues sono nati e si sono sviluppati a grandi livelli. Quest’anno si celebrano anche i 100 anni della nascita di Rufus Thomas, a cui Porretta ha dedicato il parco con l’anfiteatro che ospita il festival, con Carla Thomas che torna eccezionalmente sulle scene assieme alla sorella Vaneese, assistente e corista di Aretha Franklin. Carla e Rufus Thomas furono tra i primi artisti ad incidere alla Stax di Memphis e i duetti con Otis Redding restano memorabili. Proprio a Memphis nello scorso febbraio Uliani e Porretta Soul hanno ricevuto il Keeping The Blues Alive Award, il massimo riconoscimento del settore a cura della Blues Foundation, per l’attività di diffusione del soul. Non per niente Porretta è conosciuta nel mondo come “Soulsville Europe”.

ENGLISH

Everything started in 1988. Graziano Uliani, a great passionate of soul music learnt about the presence of Solomon Burke in Italy. In fact, the artist was invited to be on the TV show Doc hosted by Renzo Arbore and Uliani had the idea to have him perform a live show at Porretta Terme, (close to the place where he lived), a town on the Apennines between Bologna and Pistoia. But Solomon would have had to leave for the United States a week before the date of the concert. Thus Uliani asked Ernesto da Pascale, Florentine journalist who worked at Doc at the time, to convince the artist to stop in Italy when it was time to perform in Porretta. Everything went smoothly and from that moment on the most important protagonists of black music performed at the Porretta Soul Festival.

From the July 20th to July 23rd, the event will celebrate thirty years with a real roundup of US cities where soul and rhythm & blues were born and evolved at the utmost levels. This year also marks the 100th anniversary since the birth of Rufus Thomas, to whom Porretta has dedicated a park with an amphitheater which hosts the festival, with Carla Thomas’ exceptional return on the stage along with sister Vaneese, assistant and choir singer of Aretha Franklin. Carla and Rufus Thomas were among the first artists to record at Stax in Memphis and the duets with Otis Redding are memorable. Last February, precisely in Memphis, Uliani and Porretta Soul received the Keeping The Blues Alive Award, the highest recognition in the industry curated by the Blues Foundation for the activity of broadcasting soul music. Not by chance Porretta is known in the world as the “Soulsville Europe”.

LEAVE A REPLY