Domani, 27 marzo: ingresso gratuito ai Musei del Bargello di Firenze in occasione del Premio David di Donatello #IOVADOALMUSEO

0

Mercoledì 27 marzo, in occasione della cerimonia di consegna del premio cinematografico David di Donatello, ai Musei del Bargello, dove è conservato l’originale della statua bronzea da cui ha preso nome e forma il premio, l’ingresso al pubblico sarà gratuito.

La giornata di accesso libero costituisce la prima delle 8 nuove date di speciale apertura gratuitaper il 2019 programmate dalla Direzione dei Musei del Bargello, d’intesa con il Ministero per i beni e le attività culturali, nell’ambito della campagna #iovadoalmuseo, nata per promuovere la cultura, abbattere le barriere economiche e favorire l’inclusione sociale.

L’occasione che ha ispirato questa iniziativa è la 64ᵃ edizione dei Premi David di Donatello,organizzata dalla Fondazione Accademia del Cinema Italiano e che si svolgerà a Roma. Durante l’evento serale le eccellenze del cinema italiano verranno premiate con la celebre statuetta aurea che si richiama all’Oscar americano nelle dimensioni, ma al capolavoro di Donatello, conservato nel Museo Nazionale del Bargello, nella forma e nella denominazione.

L’opera venne realizzato da Donato di Niccolò di Betto Bardi, meglio noto come Donatello, attorno agli anni ’40 del Quattrocento su commissione di Cosimo il Vecchio, capostipite della famiglia Medici, ed era destinato ad adornare il cortile del palazzo di famiglia (Palazzo Medici-Riccardi). L’opera fu subito oggetto di ammirazione e interesse divenendo emblema di valori propri della famiglia Medici prima, della repubblica fiorentina poi e, infine, dell’intero Rinascimento italiano. Nel 1497 il giovane David, simbolo dell’eroismo civico, fu trasferito nel cortile di Palazzo Vecchio mentre col ritorno dei Medici e l’istituzione del Granducato di Toscana fu spostato nella reggia di Palazzo Pitti e poi, nel 1777, nella Galleria degli Uffizi. Dal 1865 il capolavoro di Donatello ha trovato la sua collocazione definitiva nel Museo Nazionale del Bargello, il museo nato proprio in quell’anno per custodire e raccontare la più importante collezione al mondo di statuaria rinascimentale anche attraverso l’esposizione al pubblico di questo caposaldo dell’arte italiana.

Il David si richiama al soggetto biblico contenuto nel primo libro di Samuele in cui si narra la vicenda del giovane pastore vittorioso sul gigante Golia di Gath, campione dei filistei. David vince l’avversario ben più forte e possente servendosi di una semplice pietra. La versione di Donatello si circonda di innumerevoli significati simbolici, alcuni espliciti, come la nudità che allude all’umiltà e al coraggio che sconfiggono la superbia e la forza bruta, altri più ermetici o ancora da indagare appieno. A questi valori simbolici si aggiungono quelli attribuitigli dalla fortuna dell’opera nel tempo e che l’hanno resa non solo la scultura più nota dell’artista fiorentino ma anche l’emblema più riconoscibile del primo Rinascimento italiano. Si tratta del primo esempio di nudo a tutto tondo mai realizzato dai tempi della statuaria classica. La classicità cui Donatello si ispira in questa figura di giovinetto malinconico e pensoso è quella del tardo ellenismo con tutte le sue componenti di sottile sensualità.

David è rappresentato in un momento successivo al duello vittorioso: in piedi, con il piede sinistro poggiato sopra la testa di Golia e in una posa leggermente arcuata attraversata da un senso di movimento. Nella mano destra regge la spada dell’avversario; nella destra, delicatamente poggiata sul fianco, la pietra usata per abbattere il gigante. La contaminazione del soggetto biblico e civico con la mitologia antica si esprime, tra l’altro, nello straordinario cappello, ornato di nastri e coronato di alloro, che ricorda, nella foggia, il pètaso di Mercurio.

Il 27 marzo sarà possibile visitare gratuitamente non solo il Museo Nazionale del Bargello (orario di apertura 8.15-17.00) ma anche il Museo delle Cappelle Medicee (dalle 8.15 alle 14.00) e ilMuseo di Palazzo Davanzati (dalle 8.15- alle 14.00).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.