LA FIDUCIA

0

Un momento in cui l’Uomo non ha più paura, non s’inginocchia più timoroso di fronte a nessun idolo e diviene consapevole della propria libertà. Una rivoluzione, un capovolgimento di prospettiva: gli dei che gestiscono e controllano tutto, elargiscono ricompense, impongono scelte, dispensano punizioni a loro totale piacimento ed arbitrio, vengono con un gesto spazzati via. Dio ordina ad Abramo di recarsi sulla collina e uccidere il proprio adorato figlio Isacco, come atto di fede incondizionata. Senza alcun motivo, senza alcuna spiegazione. La portata rivoluzionaria del gesto è tale che Caravaggio la rappresenta nel dipinto “Sacrificio di Isacco”, esposto alla Galleria degli Uffizi a Firenze. Abramo senza cercare vie di fuga o pretesti asseconda senza esitazione la richiesta di Dio, e solo un Angelo inviato dal Signore ne bloccherà la mano che impugna il coltello pronta al rito sacrificale. Quel gesto della mano sollevata col coltello in pugno pronta ad uccidere il figlio è il gesto che finalmente rende l’Uomo libero dalle bizze degli dei. Quella che apparentemente pare l’ennesima incomprensibile richiesta di una divinità vogliosa di mostrare la propria sterile autorità diventa grazie al comportamento di Abramo, alla sua incondizionata fiducia, il gesto che per sempre libererà l’Umanità dal terrore degli dei. Sollevando il braccio contro il figlio, Abramo mostra fiducia e non sottomissione. Fino a quel gesto gli uomini si affidavano agli dei, agli idoli, all’adorazione di qualcosa esterna alla propria volontà: gli uomini erano schiavi degli dei. Da quel preciso istante l’Uomo Abramo si fida di Dio, non si affida agli dei. Decide liberamente di assecondare la richiesta di Dio. L’atto di Fede, di fiducia di Abramo in Dio è un atto di libertà interiore. Credere che, anche accettando qualcosa d’incomprensibile e partendo senza sapere il cammino che ci aspetta, ma fidandosi ciecamente, stiamo muovendo i passi verso il nostro traguardo. Col Sacrificio di Isacco l’Uomo da succube degli dei diviene complice di Dio.

English
TRUST

There’s a turning point in History when Humanity interrupts the domination by a divinity, or rather by divinities. A moment in which Humankind stops being afraid, and kneels frightened no more in front of any idol, becoming conscious of its freedom. A revolution, a capsized perspective: the gods who manage and control everything, distribute rewards, impose decisions and provide punishments to their liking and whim, are swatted away. God orders Abraham to go to the hill and kill his beloved son Isaac as an act of unconditional faith, without reason or explanation. The revolutionary magnitude of this gesture is such that Caravaggio chose to represent it in his painting “The Sacrifice of Isaac,” present at the Uffizi Gallery in Florence. Abraham, without seeking a way out or pretexts, complies with God’s decision, and only an Angel sent by the Lord will stop his hand that wields a knife, ready for the sacrificial rite. This gesture, of his hand bearing a knife, ready to kill his son, is the one that finally frees Man from the tantrums of the gods. What seems yet another, incomprehensible request by a divinity wishing to show its sterile authority turns into unconditional trust thanks to Abraham’s gesture, a gesture that will forever free Humankind from the terror of the gods. By raising his arm against his son, Abraham shows trust, not submission. Until then, humans relied on gods, on idols, on the adoration of something beyond their will; they were slaves of the gods. But from that precise moment, Man, Abraham, trusts God, and doesn’t rely on the gods. He freely chooses to second God’s request. Such an act of Faith, of trust by Abraham in God, is an act of interior freedom. To believe that even by accepting something incomprehensible and leaving without knowing the journey that waits, with blind trust, we are moving the first steps towards our goal. Through the Sacrifice of Isaac, Humankind goes from being dominated by the gods to becoming God’s accomplice.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.