Firenze Capitale Celebrations for the 150 th anniversary

0
Piazzale Michelangelo
Piazzale Michelangelo

By Cosimo Ceccuti – Chairman of the Fondazione Spadolini

Celebrations for the 150 years since the transfer of the capital from Turin to Florence, temporary seat on its way to Rome, are ongoing in the city: historical and documentary exhibitions, conferences, concerts, but also tastings of the foods of our time, theatrical representations and re-enactment of cultural salons, historic cafes, and the worldly life. In those six years, between 1865 and 1871, Florence played a fundamental role in the process of the unification of the country, easing the regional and municipal rivalries, having a strong cultural heritage, felt as a common heritage, and with a strong language, which will become the national language. To welcome the King, ministries, Parliament and almost thirty thousand bureaucrats and families who emigrate from Turin to Florence, the city is transformed under an urban aspect: the medieval walls are broken down, leaving room for the avenues to be realized, together with the “masterpiece” of Piazzale Michelangelo. There are new residential neighborhoods being developed, starting from the current Mattonaia and Piazza d’Azeglio. The main architect was Giuseppe Poggi, to whom it is dedicated the extraordinary exhibition opened at the State Archives of Florence (Viale Giovine Italia, 6) until June 6 (Monday to Friday from 9am to 5pm, Saturday and Sunday 10am-1pm; Free Admission): “A Capital and its architect”. The next not to be missed event will take place on Thursday, May 14: the commemoration of the 150th anniversary from the inauguration of the statue of Dante Alighieri, father of the nation, in Piazza Santa Croce, the work of Enrico Pazzi. The parade will move from Palazzo Vecchio to reach the Basilica of Santa Croce, with a parade of banners of the municipalities that contributed to the creation of the monument. On the same day, at 9pm, a concert of the Music School of Fiesole, will greet in the Bargello Museum the 150 years since the foundation of the same National Museum.

Piazzale Michelangelo
Piazzale Michelangelo

Italiano

Sono in corso le celebrazioni dei 150 anni del trasferimento della capitale da Torino a Firenze, sede provvisoria sulla via di Roma: mostre storico-documentarie, convegni, concerti, ma anche degustazioni dei cibi del tempo, rappresentazioni teatrali e rievocazione dei salotti culturali, dei caffè storici, della vita mondana. In quei sei anni, fra il 1865 e il 1871, Firenze svolse un ruolo fondamentale nel processo di unificazione del paese, con l’attenuazione delle rivalità regionali e municipali, forte del suo patrimonio culturale, sentito come patrimonio comune, e della lingua, che diverrà la lingua nazionale. Per accogliere il Re, i ministeri, il Parlamento e i quasi trentamila burocrati e  famiglie che da Torino emigrano a Firenze, la città si trasforma sotto l’aspetto urbanistico: si abbattono le mura medievali e si realizzano i viali, col “capolavoro” del Piazzale Michelangelo. Si sviluppano nuovi quartieri residenziali, a cominciare dalla Mattonaia e dall’attuale piazza d’Azeglio. Artefice principale fu Giuseppe Poggi, cui è dedicata la straordinaria mostra aperta all’Archivio di Stato di Firenze (viale Giovine Italia, 6) fino al 6 giugno (da lunedi a venerdi dalle 9.00 alle 17.00, sabato e domenica ore 10.00-13.00; ingresso libero): “Una Capitale e il suo Architetto”. Prossimo appuntamento da non perdere giovedì 14 maggio: la commemorazione del 150° anniversario dell’inaugurazione della statua di Dante Alighieri, padre della nazione, in Piazza Santa Croce, opera di Enrico Pazzi. Il corteo storico muoverà da Palazzo Vecchio per raggiungere la basilica di Santa Croce, con la sfilata dei gonfaloni dei Comuni che contribuirono alla realizzazione del monumento. Nello stesso giorno, alle ore 21.00, un concerto della Scuola di Musica di Fiesole saluterà nel Museo del Bargello i 150 anni dalla fondazione dello stesso Museo nazionale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.