Ieri sera l’incendio del drappo nero che era stato posto sulla statua in segno di solidarietà all’Ucraina. Pisvejc Vaclav ha bruciato il drappo nero e ha causato l’annerimento di ampia parte della superficie della scultura che dovrà essere pulita con solventi specifici.


La statua è stata realizzata nel 1910 da Luigi Arrighetti. Stamani è stato effettuato un sopralluogo da parte dei tecnici delle Belle arti del Comune e dei restauratori. In poche ore sono stati tolti i residui carboniosi della combustione non coerenti col David ma è rimasta una patina scura derivante principalmente dal fumo (soprattutto su spalle e testa) che dovrà essere tolta con particolari solventi.

I lavori di pulitura andranno avanti per una settimana e costeranno circa 15 mila euro.