Dal 16 dicembre 2022 al 17 febbraio 2023, il Palazzo Marucelli-Fenzi a Firenze ospita la mostra Arti in Dialogo. Echi tardo barocchi nelle sculture del Museo Ginori nelle sue sale affrescate, usate oggi giorno come sede del Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo (SAGAS) dell’Università di Firenze. L’esposizione è curata da Andrea di Lorenzo, Rita Balleri e Cristiano Gometti.

 

L’inaugurazione della mostra è il 16 dicembre 2022 alle 12:30 nell’aula magna del Palazzo Marucelli-Fenzi, con una presentazione nella quale intervengono il presidente della Fondazione Museo Archivio Richard Ginori della manifattura di Doccia, Tomaso Montanari, il Direttore Regionale Musei della Toscana, Toscano Casciu, il prorettore vicario dell’Università di Firenze, Giovanni Tarli Barbieri e il vicedirettore del Dipartimento SAGAS, Fulvio Cervini. Inoltre, la mostra è chiusa dal 23 dicembre 2022 all’8 gennaio 2023, con eccezione il 27 e 29 dicembre, giornate con orari d’apertura ristretti, ovvero dalle 10:00 alle 13:00.

 

Sono esposti selezioni di modelli in terracotta e cera e sculture di porcellane realizzate su richiesta del marchese Ginori da Ricci e Baratta. Una contrapposizione interessante tra capolavori artistici è creata grazie all’accostamento degli stucchi di Baratta con tre calchi in cera: grazie a questo contrasto si nota la particolarità dello stile usato, e l’effetto dell’uso di materiali diversi. Questi stucchi furono creati dalla Manifattura Ginori intorno al 1740: adesso, Euridice e Allegoria della Presenza sono di proprietà del Museo Ginori, e Allegoria della Ricchezza appartiene al Museo Nazionale del Bargello. In onore di questa mostra, gli stucchi sono riuniti per la prima volta a Palazzo Fenzi sin dal 1965.

 

Il Palazzo Fenzi, luogo storico pianificato dall’architetto e scultore italiano Gherardo Silvani su richiesta dalla famiglia Castelli, risale al sedicesimo secolo. Nel 1829, il Palazzo è acquistato da Emanuele Fenzi come luogo per ospitare la sua famiglia e la sua banca. Il Palazzo è noto per la sua struttura architettonica in stile barocco e per i suoi affreschi, alcuni dei quali sono fatti dal pittore Sebastiano Ricci durante l’anno che l’artista passa a Firenze, ovvero tra il 1706 e il 1707. Tale spazio crea un’atmosfera particolare nella quale il pubblico è invitato ad intraprendere il percorso della mostra Arti in Dialogo. Echi tardo barocchi nelle sculture del Museo Ginori nel contesto di altri capolavori storici.

EN

Arts in Dialogue. Late baroque echoes in the sculptures of the Ginori Museum at Palazzo Marucelli-Fenzi

 

From the 16th of December 2022 to the 17th of February 2023, Palazzo Marucelli-Fenzi in Florence hosts the exhibition Arts in Dialogue. Late Baroque echoes in the sculptures of the Ginori Museum in its frescoed rooms, used today as the headquarters of the Department of History, Archaeology, Geography, Art and Entertainment (SAGAS) of the University of Florence. The exhibition is curated by Andrea di Lorenzo, Rita Balleri and Cristiano Gometti.

 

The opening of the exhibition is on the 16th of December 2022 at 12:30 in the auditorium of the Palazzo Marucelli-Fenzi, with a presentation in which the president of the Fondazione Museo Archivio Richard Ginori of the Doccia manufactory will participate, Tomaso Montanari, the Regional Director of the Museums of Tuscany, Toscano Casciu, the Vice Rector of the University of Florence, Giovanni Tarli Barbieri and the Deputy Director of the SAGAS Department, Fulvio Cervini. In addition, the exhibition is closed from the 23d of December 2022 to the 8th of January 2023, with the exception of the 27th and 29th of December, days with restricted opening hours, that is from 10:00 to 13:00.

 

On display are selections of terracotta and wax models and porcelain sculptures made at the request of Marquis Ginori da Ricci and Baratta. An interesting contrast between artistic masterpieces is created thanks to the combination of the stuccoes of Baratta with three wax casts: thanks to this contrast we note the peculiarity of the style used, and the effect of the use of different materials. These stuccoes were created by the Ginori Manufactory around 1740: now, Eurydice and Allegory of the Presence are owned by the Ginori Museum, and Allegory of Wealth belongs to the Bargello National Museum. In honor of this exhibition, the stuccoes have been gathered for the first time in Palazzo Fenzi since 1965.

 

Palazzo Fenzi, a historic place planned by the Italian architect and sculptor Gherardo Silvani at the request of the Castelli family, dates back to the sixteenth century. In 1829, the Palace was purchased by Emanuele Fenzi as a place to house his family and his bank. The Palace is known for its Baroque architectural structure and for its frescoes, some of which are made by the painter Sebastiano Ricci during the year that the artist passes to Florence, that is between 1706 and 1707. This space creates a special atmosphere in which the public is invited to take the path of the exhibition Arts in Dialogue. Late baroque echoes in the sculptures of the Ginori Museum in the context of other historical masterpieces.