Dal 20 dicembre 2022 al 12 marzo 2023, la Galleria dell’Accademia di Firenze presenta al pubblico la mostra I Bronzi Di Riace. Un Percorso Per Immagini, con fotografie di Luigi Spina a cura di Carmelo Malacrino. La mostra è organizzata in collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale Reggio Calabria con l’obbiettivo di celebrare i 50 anni dalla scoperta di due capolavori dell’arte greca del V secolo a.C.

 

Questo evento segna l’importanza del patrimonio storico italiano: come racconta Cecilie Holberg, direttore della Galleria dell’Accademia di Firenze, “Nell’ambito del programma di DAVID 140, che celebra i 140 anni del capolavoro di Michelangelo nella Tribuna del nostro museo  abbiamo voluto riunire, anche se solo virtualmente, le sculture degli Eroi più belli e potenti dell’arte: le statue emerse dal mare di Riace, restaurate ed esposte per la prima volta proprio a Firenze, raccontate qui dai bellissimi scatti di Luigi Spina, e il nostro David, per festeggiare, insieme a Carmelo Malacrino e al MArRC, due compleanni importanti. Un’occasione unica per creare una significativa e proficua collaborazione tra due istituzioni del MiC- Ministero della Cultura, come le nostre.”

Le due statue di bronzo esposte, scoperte il 16 agosto 1972 vicino a Riace Marina a otto metri di profondità, rappresentano due guerrieri o figure maschili nude, nominati il ‘Giovane” e il “Vecchio”. Dopo essere stati restaurati al Museo Nazionale di Reggio Calabria all’inizio del 1975, i Bronzi sono presentati al pubblico per la prima volta nel 1980 al Museo Archeologico di Firenze. Dopo varie analisi è stato stabiliti che le due statue risalgono al secolo d’oro dell’arte greca, potenzialmente realizzate da due artisti diversi con l’obbiettivo di essere destinati al pubblico.

Adesso, le 16 fotografie esposte alla Galleria dell’Accademia di Firenze per celebrare questi capolavori, invitano il visitatore a osservare le immagini delle statue sotto una nuova luce che le rilega alla nostra cultura. Il legame tra tradizioni contemporanee e l’arte greco è raccontato durante la mostra, celebrando un grande passato e il suo riflesso presente.

 

Crediti immagini: Galleria dell’Accademia

 

I Bronzi Di Riace. A Journey Through Images at the Accademia Gallery

Alma Selvaggia Rinaldi

From the 20th of December 2022 to the 12th of March 2023, the Accademia Gallery in Florence presents the exhibition I Bronzi Di Riace. A Journey Through Images, with photographs by Luigi Spina and curated by Carmelo Malacrino. The exhibition is organized in collaboration with the Reggio Calabria National Archaeological Museum with the aim of celebrating the 50th anniversary of the discovery of two masterpieces of Greek art of the fifth century B.C.

This event marks the importance of the Italian historical heritage: as recounted by Cecilie Holberg, director of the Accademia Gallery in Florence, “As part of the DAVID 140 program, which celebrates the 140th anniversary of Michelangelo’s masterpiece, in the Tribune of our museum we wanted to bring together, even if only virtually, the sculptures of the most beautiful and powerful Heroes of art: the statues emerged from the sea of Riace, restored and exhibited for the first time in Florence, told here by the beautiful shots of Luigi Spina, and our David, to celebrate, along with Carmelo Malacrino and MArRC, two important birthdays. A unique opportunity to create a meaningful and fruitful collaboration between two institutions of the Ministry of Culture, like ours.”

The two bronze statues on display, discovered on the 16th of August 1972 near Riace Marina at eight meters deep, represent two warriors or nude male figures, named the ‘Young” and the “Old”. After being restored to the National Museum of Reggio Calabria in early 1975, the Bronzes are presented to the public for the first time in 1980 at the Archaeological Museum of Florence. After various analyses it was established that the two statues date back to the golden age of Greek art, potentially created by two different artists with the aim of being intended for the public.

 

Now, the 16 photographs exhibited at the Accademia Gallery in Florence to celebrate these masterpieces, invite the visitor to observe the images of the statues in a new light that binds them to our culture. The link between contemporary traditions and Greek art is told during the exhibition, celebrating a great past and its present reflection.