La bellissima Sala di Bona, grandioso spazio di rappresentanza mediceo, finora quasi sconosciuta ai più e non inserita nel percorso museale, pur essendo direttamente comunicante con la Sala Bianca, verrà aperta per la prima volta al pubblico della reggia medicea, grazie al restauro appena concluso dall’Opificio delle Pietre Dure di Firenze. Decorata da un suggestivo ciclo pittorico di ben 540mq, progettato dal tardo manierista Bernardino Poccetti (1548-1612), l’intervento, è stato reso possibile dal generoso supporto degli Amici degli Uffizi e Friends degli Uffizi Galleries: autrice della generosissima donazione, la filantropa statunitense Veronica Atkins, che, destinando oltre un milione di euro al museo, ha sostenuto, oltre a questa attività, anche il restauro del ciclo mediceo degli Arazzi Valois che saranno prossimamente protagonisti di una grande mostra in Francia. Inoltre, sempre con il supporto degli Amici degli Uffizi e dei Friends of the Uffizi Galleries, uno straordinario pianoforte da concerto trova nella Sala Bianca il luogo più prestigioso in cui essere apprezzato. Il direttore Eike Schmidt: “Il mecenatismo dei Medici si rispecchia nel munifico dono che Veronica Atkins offre non solo agli Uffizi e Palazzo Pitti, ma alla città di Firenze e al mondo”.

EN

The magnificent Sala di Bona, a splendid Medici entertainment hall, still a well-kept secret as it is not part of the museum itinerary, although directly connected to the Sala Bianca, will be opened to the public of the Medici manor for the first time, thanks to the recent restoration work carried out by the Opificio delle Pietre Dure di Firenze. Adorned with an evocative 540sqm pictorial cycle, designed by the late mannerist Bernardino Poccetti (1548-1612), the intervention, made possible thanks to the kind contributions by Amici degli Uffizi and Friends of the Uffizi Galleries: the very generous donation was made by the American philanthropist Veronica Atkins, who destined more than a million euro to the museum, and supported also the restoration of the Medici cycle of the Arazzi Valois, which will soon be part of a grand exhibit in France. Moreover, always with the support of Amici degli Uffizi and of Friends of the Uffizi Galleries, an extraordinary concert piano can be admired in the prestigious Sala Bianca. Director Eike Schmidt said: “The patronage of the arts of the Medici reflects in the munificent gift by Veronica Atkins, not just to the Uffizi and Palazzo Pitti, but to the entire city of Florence and to the world”.