Quindici anni di eventi “extra-ordinary” per Once, la società tutta al femminile che ha ideato e realizzato alcuni degli happening più rappresentativi a livello nazionale, fondata nel 2009 dall’imprenditrice Federica Rotondo. Dalla Piazza San Giovanni, a Firenze, trasformata in una notte in un giardino, alla croce monumentale in marmo di Mimmo Paladino in Piazza Santa Croce, dal recupero della centralità dell’Arno quale fonte di vita con uno spettacolo di luci ed evoluzioni teatrali attorno al Ponte Vecchio, fino alla riqualificazione di via Tornabuoni con il giardino all’italiana, Once ha saputo esaltare il connubio tra natura e arte. Collaborazioni prestigiose con National Geographic Society, per cui ha firmato a Washington il progetto espositivo nato per i 125 anni di attività, con la Biennale Florens, con il brand fiorentino Stefano Ricci, con il Centro di Firenze per la Moda Italiana fino alle interazioni con artisti dal calibro di Zhang Huan, Anthony Gormley, Lorenzo Quinn. “Se penso ai momenti più emozionanti – dichiara Federica Rotondo, fondatrice e Ceo della società – devo ammettere di aver provato una sensazione profonda quando ho movimentato i crocifissi di Brunelleschi, Donatello e Michelangelo per l’estensione nel Battistero. E poi la festa organizzata in occasione della donazione dell’illuminazione del Ponte Vecchio voluta da Stefano Ricci, resta un segno forte per la città e i suoi visitatori, con oltre 20mila spettatori lungo le spallette dell’Arno ad assistere a una rappresentazione teatrale di musica e spettacolo. La soddisfazione più grande e’ il sorriso delle persone, lo stupore e la meraviglia che riesci a leggere nei loro occhi. Indelebile rimane anche la soddisfazione personale di aver progettato ed allestito la mostra sull’alluvione di Firenze inaugurata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Un pensiero costante è per le mie figlie, Chiara e Giulia, e per tutti i giovani che collaborano con la mia struttura così come per tutti i giovani con l’augurio che sappiano trovare la propria strada”.

Anniversary
Once – Extraordinary Events

Fifteen years of “extra-ordinary” events for Once, an all-womens association founded in 2009 by entrepreneur Federica Rotondo that ideated and realized some of the most representative happenings on a national level. From Piazza San Giovanni, in Florence, turned overnight into a garden, to the monumental marble cross by Mimmo Paladino in Piazza Santa Croce, from the recovery of the centrality of the Arno as a source of life with a spectacle of lights and theatrical evolutuions around Palazzo Vecchio, to the requalification of Via Tornabuoni with its Italian gardens, Once has been able to strengthen the connection between nature and art. Prestigious collaborations with National Geographic Society, and the signing in Washington of an exhibition project born for the 125 years of activity, with the Biennial Florens, with the Florentine brand Stefano Ricci, with the Centro di Firenze per la Moda Italiana to the interactions with artists of the caliber of Zhang Huan, Anthony Gormley, Lorenzo Quinn. “If I think of the most exciting moments – said Federica Rotondo, founder and CEO of the association – I must admit that I felt deep sensations when I moved the crucfixes of Brunelleschi, Donatello, and Michelangelo for the extension of the Baptistry. And then also the celebration organized in occasion of the donation of the new lighting for Ponte Vecchio by Stefano Ricci, which remains a strong action for the city and its visitors, with over 20,000 spectators along the Arno banks to attend a theatrical representation with music and entertainment. The greatest satisfaction is to see people smile, the palpable wonder and marvel in their eyes. Unforgettable is also the personal satisfaction of having designed and created the show on the floodings of Florence, inaugurated by the President of the Republic, Sergio Mattarella. A constant thought is always dedicated to my daughters, Chiara and Giulia, and to all the young individuals who work with my structure, as for all of youth, with the hope that they too will be able to find their path.”

info@oncevents.com
www.oncevents.com