Inna Morozova, giovane artista di origine russa, arriva a Firenze per inaugurare la mostra dal titolo “A Florentine Dream”, accompagnandoci attraverso la pittura e il cinema in un viaggio inedito, dalle coordinate reali e una destinazione fantastica, ricca di emozione.
La storia e l’atmosfera culturale di Firenze sono per l’artista elemento d’ispirazione e uno degli obiettivi del suo lavoro è conciliare la tecnica classica con la sua visione moderna e modernista, infrangendo regole e superando paradigmi per affermare la propria, personalissima, prospettiva sulla città attraverso pennellate e colori intensi.
Una visione iperrealista, dai toni sorprendenti, a tratti poetica. Come in un film di Wes Anderson,  nelle sue tele intende tratteggiare la profondità della vita con un autentico sentimento di sincerità.
Il suo progetto “Artist and Artificial Intelligence” racchiude una serie di opere create attraverso l’intelligenza artificiale Midjourney che dà vita ad immagini partendo da descrizioni testuali. L’obiettivo di Inna è dimostrare che l’artista non deve farsi intimidire dalla potenza delle tecnologie ma, semmai, lasciarsi ispirare da esse per percorrere nuove strade. L’intelligenza artificiale può essere utilizzata come strumento per potenziare le capacità della propria immaginazione e andare oltre, tornando bambini, immaginando senza limiti, credendo possibile anche ciò che sembra surreale.
In occasione della Giornata Internazionale del Sogno, dal 25 Settembre al 25 Ottobre negli spazi dell’Hotel Savoy è visitabile la sua mostra “A Florentine Dream“, nella quale Morozova espone una selezione di opere d’arte esclusive nelle quali Firenze e l’Hotel Savoy sono soggetti principali, ritratti in una dimensione da sogno.
Hotel Savoy

Piazza della Repubblica, 7,  Firenze
055 27351