Le bottiglie di olio Evo provenienti dalle regioni italiane più vocate alla coltivazione dell’olivo sono state protagoniste della prima edizione del Girotolio, la cena “a premi” organizzata al ristorante Architettura del Cibo in seno a Taste 2024: lo chef Giuseppe Papallo ha costruito un intero menù di quattro portate utilizzando gli oli Evo in rappresentanza di altrettante regioni, con le aziende La Ranocchiaia (Toscana), Decimi (Umbria), Tenute Librandi (Calabria) e Pujje (Puglia). Scopo del gioco, abbinare ogni piatto all’olio Evo con cui è stato realizzato.

Girotolio

EVOO bottles from the greatest olive-growing regions in Italy were the protagonists of Girotolio’s first edition, a “gamified” dinner organized by the restaurant Architettura del Cibo as a part of Taste 2024. Chef Giuseppe Papallo conceived an entire four-course menu featuring as many regions as EVOOs and their companies, which included La Ranocchiaia (Tuscany), Decimi (Umbria), Tenute Librandi (Calabria), and Pujje (Apulia). The goal of the game was to pair each dish to the EVOO used.