L’album capolavoro “The Dark Side of the Moon” come non l’avete mai ascoltato. Partono mercoledì 17 luglio sulle note dei Pink Floyd i grandi concerti del Musart Festival Firenze 2024 al Parco Mediceo di Pratolino. Sul palco saliranno i Pink Floyd Legend, band che da venti anni rende il miglior omaggio alla musica dei Pink Floyd, e l’Orchestra della Toscana, tra le più apprezzate compagini italiane, per una speciale versione di “The Dark Side of the Moon”.

Il grande ensemble, formato dai nove componenti della band e dai venti elementi d’orchestra, proporrà il capolavoro del gruppo britannico in una nuova veste, fondendo gli arrangiamenti originali con i colori più classici di archi e ottoni, restituendo l’irrinunciabile anima rock dell’album arricchita con il tocco epico di un’orchestra classica.
Oltre all’esecuzione integrale del capolavoro del 1973, i Legend eseguiranno anche tutti i più grandi successi della band inglese, accompagnati dai video originali d’epoca proiettati sul grande schermo circolare e immersi nel nuovo disegno luci e laser.

La formazione italiana, riconosciuta da critica e pubblico come la migliore interprete dei capolavori dei Pink Floyd, è composta da Fabio Castaldi (voce e basso), Alessandro Errichetti (voce e chitarre), Simone Temporali (voce e tastiere), Paolo Angioi (chitarre, basso, voce) ed Emanuele Esposito (batteria). Completano l’ensemble Giorgia Zaccagni, Claudia Marss e Daphne Nisi ai cori e Maurizio Leoni al sassofono solista. La direzione d’orchestra e gli arrangiamenti sono del Maestro Giovanni Cernicchiaro.
I Pink Floyd Legend, solo negli ultimi quattro anni, con i loro spettacoli dedicati all’universo pinkfloydiano possono vantare oltre 130.000 spettatori. Ogni tour – la cui produzione porta la firma di Gilda Petronelli di Menti Associate – è un evento: da quello di Atom Heart Mother con coro e orchestra a The Dark Side of the Moon – 50th Anniversary Tour, da Live at Pompeii con gli strumenti vintage originali dell’epoca al tour per i 40 anni di Animals  (con la riproduzione della Battersea Power Station, realizzata con mapping 3d  e proiettata su uno schermo di oltre 15 metri di larghezza per oltre 6 metri di altezza, con tanto di “vapori reali” che fuoriuscivano dalle 4 ciminiere bianche per tutta la durata del concerto), fino a SHINE Pink Floyd Moon, l’opera rock di Micha van Hoecke che li vede sul palco insieme a Raffaele Paganini e ai danzatori della Compagnia Daniele Cipriani.
Nel corso degli anni il gruppo ha ospitato sul palco molti collaboratori dei quattro Pink Floyd come Guy Pratt, Ron Geesin, Gary Wallis, Durga McBroom, Claudia Fontaine e Harry Waters con il quale si sono esibiti il 26 gennaio 2024, al Teatro Olimpico di Roma (durante la Pink Floyd Legend Week), per l’esecuzione integrale di The Final Cut, serata dedicata alla Celebrazione degli 80 anni dello Sbarco di Anzio dove perse la vita suo nonno Eric Fletcher Waters, padre di Roger.


Musart Festival è prodotto da associazione Musart. Main supporter Fondazione CR Firenze. Con il contributo di Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Unione Montana dei Comuni del Mugello, Comune di Vaglia. In collaborazione con Toscana Promozione Turistica e at – autolinee toscane.  Con il sostegno di Publiacqua, Chianti Banca, Unicoop Firenze, Findomestic, Sammontana e Prinz. La direzione artistica è a cura di Stefano Senardi.

MUSART FESTIVAL, PROSSIMI APPUNTAMENTI – I grandi concerti di Musart Festival Firenze al Parco Mediceo di Pratolino continuano con Roberto Vecchioni (18 luglio), Loreena McKennitt (21 luglio), Il Volo (22 luglio), Pooh (25 luglio), CCCP – Fedeli alla Linea (26 luglio). A questi si aggiungo il concerto all’alba di Patrizio Fariselli (27 luglio, Cortile degli Uomini dell’Istituto degli Innocenti), la rassegna dedicata ai documentari “33 Giri Italian Masters” di Sky Arte al Cinema La Compagnia, l’itinerario “I luoghi della musica” e la rassegna “… E adesso che tocca a me”, al via il 2 luglio con il concerto al tramonto (ore 20,30 – ingresso libero) di Alessandro Galati nel meraviglioso cortile di Palazzo Guadagni Strozzi Sacrati, sede della Presidenza della Regione Toscana, in piazza Duomo a Firenze.

TRENI, NAVETTE, PARCHEGGI: TUTTE LE INFO PER RAGGIUNGERE IL PARCO DI PRATOLINO 

Per raggiungere il Parco è fortemente consigliato l’utilizzo di mezzi pubblici, in particolare il treno: in occasione dei concerti si potrà parcheggiare in zona Campo di Marte e usufruire dei due treni che collegano la stazione Campo di Marte con quella di Vaglia (partenza ore 18.15 e 19.13; domenica 21 luglio unica partenza ore 19.15). Per il ritorno saranno attivi due treni straordinari da Vaglia a Campo di Marte (partenza ore 00.30 e 01.00; domenica 21 luglio unica partenza ore 00.30). Biglietti online su trenitalia.it. Le navette gratuite di Autolinee Toscane assicureranno il collegamento tra la stazione di Vaglia e il parco, prima e dopo i concerti.
Chi non potrà fare a meno di auto e moto, potrà prenotare – su https://www.bitconcerti.it/viabilita-parcheggi-musart-2024.html – posti auto/moto nei parcheggi temporanei allestiti in prossimità del parco e collegati a questo dalle navette di Autolinee Toscane, prima e dopo gli spettacoli. Il prezzo è di 5 euro per auto e 3 euro per moto – compreso servizio navetta – il ricavato andrà a Misericordie, Croce Rossa e Associazione Nazionale Carabinieri. La prenotazione è riservata a chi acquista un biglietto per gli spettacoli.