Fino al 15 settembre 2024, il Museo Novecento di Firenze presenta la mostra “Ritorni. Da Modigliani a Morandi” nelle sale delle ex-Leopoldine. Questo progetto onora i dieci anni dall’inaugurazione del Museo Novecento, che avvenne nel 2014. La mostra celebra uno degli acquisti più importanti del museo: un’opera di Modigliani datata 1944, entrata nella collezione di Alberto della Ragione più di ottant’anni fa. Della Ragione fu un collezionista importante, che supportò il lavoro di molti artisti novecenteschi. L’Autoritratto fu acquistato nel 1938 e rivenduto nel 1944.

Si tratta dell’unico ritratto di Modigliani conosciuto a oggi. Particolari sono le rappresentazioni degli occhi e dei volti dell’artista – piatti e semplici: un gioco tra varie dimensioni artistiche. L’intreccio tra queste opere d’arte e il ruolo di Della Ragione nel preservare la tradizione pittorica italiana del dopoguerra, raccontano al pubblico una storia importante, come le opere definiscono i periodi storici, arrivando agli occhi del pubblico.

Altre opere importanti in mostra sono la Camera Incantata di Carrà, la Crocifissione di Guttuso e la Natura morta metafisica di Morandi, prestati da vari musei sia italiani che stranieri. L’esposizione è a cura di Eva Francioli e Chiara Toti, ideata da Sergio Risaliti.