JOY Al Cinema Odeon di Firenze dal 4 al 9 FEBBRAIO

Joy è una Cenerentola moderna: sogna un principe, ha una sorellastra che non perde occasione per denigrarla, e passa gran parte della giornata con le ginocchia a terra, a passare lo straccio sul pavimento. Sarà proprio il brevetto di un mocio a portarla dalle stalle alle stelle, ma la strada sarà tutta in salita, costellata di tradimenti, delusioni e umiliazioni, un po’ come nelle soap opera che la madre, malata immaginaria, guarda giorno e notte, confondendo il sonno di Joy e annullando il confine tra fantasia e realtà.

A FIRENZE ARRIVA “IL GRANDE DITTATORE” IN VERSIONE RESTAURATA Il capolavoro pacifista di Chaplin Venerdì 8 in anteprima nazionale all'Odeon ​ ​e poi dal 12 allo Stensen

IL GRANDE DITTATORE (1940), il capolavoro pacifista di Charlie Chaplin torna in sala a Firenze, per l'occasione in una nuova versione restaurata originale con sottotitoli in italiano,grazie alla Cineteca di Bologna (unico ente autorizzato dalla famiglia Chaplin a conservare e restaurare l’enorme archivio del regista americano). Venerdì 8 Gennaio (ore 21) ci sarà l'anteprima nazionale al Cinema Odeon, mentre da Martedì 12 Gennaio il film sarà poi in programmazione al Cinema Stensen (il titolo è stato selezionato anche come film per le scuole in occasione della Giornata della Memoria 2016).

50 days of International Cinema in Florence

The ninth edition of the 50 Days of International Cinema in Florence, will take place from October 29th to December 13th at the Odeon cinema. The program, brimming with films and events, is born from a fruitful collaboration between nine Florentine festivals and Fondazione Sistema Toscana that, at critical times such as the present can count on the valuable support of the Regione Toscana and the Municipality of Florence. This year the ideal theme of the event will be “Being Human”: through films that talk about relationships between people of the world, the cinema becomes a way to promote the knowledge of the other and to focus on issues such as the current, dramatic immigration and the marginalization of those who are seen as being different.

The Little Prince becomes a movie The universal tale about a profound friendship

The animated film The little Price will arrive on the 1st of January, 2016 in the Italian cinema halls, after the out of the competition phase at the 68th edition of the Cannes Film Festival, a new adapted version of the classic children’s literature by Antoine de Saint-Exupéry, directed by American Mark Osborne. From the director of Kung Fu Panda, a tribute to the popular and beloved story written in 1942, which after 71 years from its publication is the most translated book in the world after the Bible, in 270 languages and dialects, with 145 million sold copies (16 million only in Italy). The story speaks about a little girl that moves into a new neighborhood with her mother, a career woman that plans the little girl’s schedule in a way for her to get into the prestigious Werth Academy.

Jonas Carpignano con Mediterranea vince il premio del pubblico americano Premio N.I.C.E. Città di Firenze 2015

Menzione speciale del pubblico per Io, Arlecchino di Giorgio Pasotti e Matteo Bini SAN FRANCISCO. È Jonas Carpignano con Mediterranea ad aggiudicarsi il premio del pubblico americano Premio N.I.C.E. Città di Firenze 2015 nella 25^ edizione del festival del cinema italiano emergente N.I.C.E. USA 2015. Menzione speciale del pubblico a Io, Arlecchino di Giorgio Pasotti e Matteo Bini per aver contribuito ad arricchire la diffusione della cultura italiana all’estero. Grande successo di pubblico per tutti i film, proiezioni sold out con lunghe code all’ingresso del Vogue Theater prima dell’inizio degli spettacoli. “Sono davvero onorato e molto felice che il film abbia riscosso così tanto il favore del pubblico”, ha dichiarato Jonas Carpignano ringraziando N.I.C.E. e San Francisco Film Society.

A Room with a View Lucy Honeychurch’s Florence

This December marks 30 years since the release of the Merchant-Ivory film A Room with a View. Marking a pinnacle of achievement for Merchant-Ivory, the film has been beloved by audiences ever since, particularly for its evocative and beautiful scenes set in Florence. It is seen by some as a near-perfect exemplar of adapting a novel for the screen, a tricky and controversial area of film criticism. A timeless classic, A Room with a View will continue to entrance audiences and inspire in them a love for Florence. Visit the following locations to follow in Lucy Honeychurch’s footsteps around the city. Piazza SS Annunziata In the film, Miss Lavish (Judi Dench) and Miss Bartlett (Maggie Smith) walk through this beautiful square, saluting the statue of Ferdinand de’ Medici. In the book, however, it is Lucy who goes to the piazza, where she is deeply moved by Andrea della Robbia’s ceramic representations of babies on the Ospedale degli Innocenti.

In this issue Florence is … Novembre - Decembre 2015

Exactly two year have passed since the first issue of Florence is You! published in its printed form on December 2013, and how much it has changed since then... Browsing the printed issues that have followed, with my dear friend and our patient graphic designer Manuela, we smile when we are surprised to use the same expression, which, referring to the newspaper, basically seems to say “it has changed so much”. And it is true, because Florence is You! was brought up lovingly by our hands, our ideas, our will, and is the result of the devotions of so many people: our writers and collaborators who do their best to accomplish all that is needed to make the newspaper more and more rich in content and new proposals; readers and friends that have contacted us to receive Florence is You! and it is thanks to their precious suggestions that we are now distributing it in more than 400 places; our partners, some of whom have been with us on this adventure since the beginning and that have immediately shown great faith sustaining what has become “our newspaper” and deciding to tell their stories through its pages.

WOMAN IN GOLD Cinema Odeon | Piazza Strozzi | Firenze - Original version with Italian subtitles

Uno dei dipinti più famosi d’Austria, Ritratto di Adele Bloch-Bauer di Gustav Klimt, è detenuto dallo stato indebitamente, in seguito al sequestro operato dai nazisti ai danni dei legittimi proprietari, una famiglia ebrea. Alla fine degli anni ’90 la morte di una delle due sorelle ultime eredi della stirpe, fa scoprire all’altra l’esistenza di una lotta per riavere il quadro, proprio in coincidenza con la decisione dello stato austriaco di inaugurare una politica di restituzione delle opere d’arte rubate dai nazisti. Determinata a riavere il quadro come forma di risarcimento per tutto quello che lei e la sua famiglia hanno subito dagli austriaci, Maria Altmann, da decenni residente in America, si reca in loco con un avvocato e scopre che in realtà lo stato non vuole assolutamente dare via il suo quadro più importante. Parte così una battaglia legale di Davide contro Golia.

Qualcosa di Buono Una storia di malattia e amicizia che si affida troppo alle capacità “salvifiche” di Hilary Swank

Abbiamo visto Quasi Amici (Oliver Nakache), Still Alice (Richard Glatzer e Wash Westmoreland) La Teoria del Tutto (James Marsh), solo per citare gli ultimi, e conosciuto i loro sfortunati protagonisti: un ricco aristocratico paraplegico, una rinomata professoressa di Linguistica colpita da Alzheimer e Stephen Hawking, il famoso cosmologo inglese affetto da atrofia muscolare progressiva. In Qualcosa di Buono lo spunto narrativo è l’ennesima malattia degenerativa, questa volta la SLA, diagnosticata a Kate (Hilary Swank), una pianista di musica classica di successo, donna meticolosa e ostinata, sposata con Evan (Josh Duhamel), il marito perfetto con il quale entrerà presto in crisi.

Il fidanzato di mia sorella Una commedia anglo-americana come tante, che non sfrutta abbastanza il potenziale dei suoi attori protagonisti

Il regista scozzese Tom Vaughan, del quale si ricordano due dei film più noti, Notte brava a Las Vegas e Misure straordinarie, sceglie come colonna portante del suo nuovo film l’ex 007 Pierce Brosnan, facendolo interagire con due bei volti del cinema statunitense: Salma Hayek, che ha appena indossato le vesti della regina triste in Il racconto dei racconti e Jessica Alba, la super sexy Nancy di Sin City.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close